Come funzionano gli indici di borsa

Che cos’è un indice di borsa? Come va interpretato e che tipo di informazioni fornisce agli investitori? Se da qualche tempo hai cominciato a interessarti ai mercati finanziari, è molto probabile che ti sia già posto queste domande.

Nell’articolo della nostra sezione focus di oggi parleremo proprio di indici di borsa: vedremo come si costruiscono, quali sono i principali e come puoi farvi riferimento per investire in modo più consapevole!

Cosa sono gli indici di borsa

In parole semplici, un indice di borsa raggruppa un paniere di titoli azionari che hanno in comune una o più caratteristiche e ne monitora l’andamento.

Ad esempio, può raggruppare le azioni emesse da società appartenenti alla stessa area geografica o che operano nello stesso settore. L’FTSE MIB, il principale indice di riferimento per la Borsa italiana, include per l’appunto i titoli azionari emessi dalle 40 società italiane a maggiore capitalizzazione. Il NASDAQ raggruppa invece le azioni delle principali società tecnologiche statunitensi.

Possiamo dedurne che, grazie agli indici di borsa, è possibile rendersi conto a colpo d’occhio dell’andamento di un determinato mercato geografico e/o di uno specifico settore.

La composizione degli indici di borsa

Dicevamo che un indice di borsa si compone di un paniere di titoli rappresentativo, ad esempio di un paese o di un settore. Ma l’andamento di questo paniere come viene misurato? Il principio è in realtà piuttosto semplice: si misura prendendo come riferimento la media delle quotazioni dei titoli che ne fanno parte. Proprio l’evoluzione di questa media nel corso del tempo ci fornirà un quadro generale riguardo al loro andamento complessivo.

Attenzione però: la media delle quotazioni è quasi sempre una media ponderata. Ciò significa che, in base alle caratteristiche di ciascun titolo incluso nel paniere, ad alcuni verrà attribuito un peso maggiore rispetto ad altri.

A questo proposito, occorre sottolineare che le metodologie di calcolo degli indici di borsa non sono tutte uguali. Vediamo di seguito quelle che vengono maggiormente impiegate:

· Indici price-weighted: il peso attribuito a ciascun titolo dipende dal prezzo a cui vengono scambiati sul mercato. Ai titoli più quotati verrà assegnato un peso maggiore e viceversa.

· Indici value-weighted: in questo caso, i titoli a pesare di più saranno quelli emessi dalle società a più elevata capitalizzazione (prezzo per azione * numero di azioni in circolazione).

Cosa sono i punti degli indici di borsa

Se segui le notizie di finanza e l’andamento dei mercati, ti sarai accorto che spesso le variazioni degli indici di borsa vengono espresse in punti. Che cosa significa? E soprattutto come puoi essere certo di interpretarle in modo corretto?

In riferimento agli indici di borsa, i punti indicano il valore dell’indice stesso. Ne consegue che una crescita di x punti corrisponderà a un aumento di valore complessivo dell’indice.

Un buon modo per interpretare queste variazioni è quello di trasformarle in percentuale. Se ad esempio l’indice Dow Jones ha guadagnato 100 punti nel corso di una seduta e il suo valore all’apertura era pari a 30.000, allora sarà aumentato dello 0.34% (100*100/30.000).

Gli indici di borsa più importanti

Passiamo ora in rassegna alcuni degli indici più significativi a livello mondiale:

· Il Dow Jones: è senza ombra di dubbio uno degli indici più conosciuti e si compone dei 30 titoli principali quotati alla borsa di New York.

· L’S&P 500: è l’indice più rappresentativo del mercato statunitense e include le azioni di 500 società quotate alla borsa di New York e al Nasdaq.

· Il Nasdaq-100: include i titoli azionari emessi dalle principali società tecnologiche statunitensi.

· Il NIKKEI: punto di riferimento per il mercato giapponese, misura l’andamento medio di 225 titoli scambiati alla borsa di Tokyo.

· Il FTSE 100: raggruppa 100 titoli emessi dalle principali società quotate alla borsa di Londra.

· Il DAX 30: include i 30 titoli a più elevata capitalizzazione scambiati sulla borsa di Francoforte.

Gli indici della borsa italiana

Guardando invece alla Borsa italiana, il principale indice di riferimento è il FTSE MIB, che include i principali titoli emessi dalle società ad elevata capitalizzazione. Seguono il FTSE Italia Mid Cap (che raggruppa un paniere di titoli a media capitalizzazione) e il FTSE Italia Small Cap (che misura l’andamento delle società a bassa capitalizzazione).

I titoli che vanno a comporre questi tre indici vengono poi raggruppati nel FTSE Italia All-Share, che risulta di conseguenza l’indice più rappresentativo dell’andamento del mercato italiano nel suo complesso.

Investire sugli indici di borsa

Ora che abbiamo passato in rassegna gli aspetti fondamentali che riguardano gli indici di borsa, forse ti domanderai come questi possano esserti utili nella definizione della tua strategia di investimento.

Come abbiamo già visto, gli indici costituiscono una buona sintesi dell’andamento di un determinato mercato, ad esempio geografico o settoriale. Già solo per questo motivo, possono aiutarti a orientare le tue scelte in materia di investimenti.

A parte ciò, esistono dei prodotti finanziari che ti permettono di investire su un indice piuttosto che su un altro. Tra questi vale sicuramente la pena di menzionare gli ETF, dei particolari fondi di investimento che il più delle volte mirano a replicare proprio un indice di borsa. In altre parole, la composizione di questi fondi rispecchia il più possibile quella di un determinato indice e, acquistandone anche solo alcune quote, potrai investire in tutto il paniere di titoli che rappresenta. In linea di principio, questa è una buona strategia per i piccoli investitori, perché consente di diversificare il portafoglio anche quando si dispone di un piccolo capitale.

Ti interessa saperne di più su questi strumenti? Allora leggi anche il nostro post ETF: cosa sono e come funzionano!

Nell’articolo di oggi abbiamo visto cosa sono gli indici di borsa, come si costruiscono e come possono rivelarsi utili per gli investitori.

Credito Italia è il nuovo blog italiano interamente dedicato all’educazione finanziaria. Ogni settimana proponiamo l’approfondimento di un tema di attualità per aiutarti a capire il mondo dell’economia e della finanza. Vai su www.creditoitalia.it e scopri l’economia spiegata semplice!

Post scritto da: Rocca Cesare