Lo spread tra titoli di Stato: cos’è e come si calcola

Ti stai chiedendo cosa sia lo spread tra titoli di Stato? Continui a sentir parlare di spread tra Btp e Bund e non riesci a capire perché tutti sembrano attribuirgli una grande importanza?

In questo post della sezione focus del nostro blog approfondiremo gli aspetti principali relativi allo spread: vedremo di cosa si tratta, come si calcola e perché è un indicatore importante dell’andamento della nostra economia!

Che cos’è lo spread in parole semplici?

In generale, lo spread non è altro che la differenza tra il rendimento o la quotazione di due prodotti finanziari. Magari avrai già sentito parlare di spread trading, caratterizzato da operazioni che prevedono la combinazione dell’acquisto e della vendita allo scoperto di contratti future o altri strumenti derivati.

Oggi però vogliamo focalizzarci sullo spread tra titoli di Stato di cui, in quest’ultimo periodo, si è molto sentito parlare. In questo caso specifico, lo spread indica la differenza tra i rendimenti dei titoli di debito emessi da due Stati diversi. Al fine di assicurare la correttezza del paragone tra i tassi di interesse, i due titoli messi a confronto devono avere la stessa durata e la stessa scadenza.

A cosa serve lo spread?

Nel caso dei titoli di Stato, lo spread è un indicatore in grado di dirci molto sull’andamento dell’economia e la stabilità politica di un paese rispetto a un altro.

Il principio è questo: più un paese è stabile e più la sua economia e i conti pubblici versano in condizioni ottimali, maggiori saranno le garanzie per gli investitori. Di conseguenza, il debito pubblico potrà essere finanziato corrispondendo agli investitori un tasso di interesse più basso.

Viceversa, quando un paese si trova ad affrontare un periodo di instabilità economica e politica, per poter finanziare il suo debito pubblico dovrà promettere in cambio un tasso di interesse più alto. Se ci pensi, è abbastanza logico: quando si parla di investimenti, il rischio è sempre direttamente proporzionale al rendimento. Più un investimento viene percepito come rischioso, maggiore dovrà essere il rendimento per l’investitore.

Cos’è lo spread tra Btp e Bund?

Si tratta della differenza tra il rendimento dei nostri Buoni del Tesoro e i titoli di Stato tedeschi, ovvero i Bund. In altre parole, è la differenza tra il tasso di interesse versato ai detentori dei Btp e quello corrisposto ai detentori dei Bund.

Ma perché se ne sente parlare tanto spesso e gli analisti sembrano costantemente preoccupati dell’evoluzione dello spread? In base a quanto abbiamo già visto nel paragrafo precedente, possiamo affermare che lo spread tra Btp e Bund sia un buon indicatore dello stato in cui versa la nostra economia rispetto a quella tedesca. La scelta dei Bund come termine di paragone è da ricondurre alla grande stabilità dell’economia tedesca, senza ombra di dubbio una delle più solide in Europa.

Cosa vuol dire quando lo spread sale?

Per capirlo torniamo allo spread tra i Btp italiani e i Bund tedeschi. I Bund tedeschi costituiscono in questo caso il titolo di riferimento, ovvero fungono da termine di paragone al fine di poter valutare il rendimento dei Btp e, di riflesso, lo stato di salute della nostra economia.

Se lo spread sale, vuol dire che la differenza tra il rendimento dei Btp e dei Bund a dieci anni è aumentata. Ciò significa che, al fine di finanziare il suo debito pubblico, lo Stato italiano ha dovuto aumentare il tasso d’interesse rispetto a quello dei Bund tedeschi. Come abbiamo visto, ciò viene generalmente considerato come un indice di peggioramento dell’andamento della nostra economia.

Come si calcola il valore dello spread?

Una volta capito il concetto di spread, calcolarlo diventa relativamente semplice. Vediamo un esempio concreto per capire meglio.

Mettiamo che il rendimento dei Bund a 10 anni sia dell’1%, mentre quello dei Btp del 2,5%. Per ottenere lo spread, dobbiamo semplicemente calcolare la differenza: 2,5%-1% = 1,5%.

L’unica cosa che devi tenere presente è che solitamente lo spread non viene espresso in percentuale ma in punti base. Un punto base corrisponde allo 0,01% e, di conseguenza, nel nostro caso lo spread sarebbe di 150 punti base.

In questo post abbiamo visto che cos’è lo spread tra i titoli di Stato, come si calcola e perché lo spread tra Btp e Bund è un indicatore importante dell’andamento della nostra economia.

Credito Italia è il nuovo blog italiano interamente dedicato all’educazione finanziaria. Ogni settimana proponiamo l’approfondimento di un tema di attualità per aiutarti a capire il mondo dell’economia e della finanza. Vai su www.creditoitalia.it e scopri l’economia spiegata semplice!

Post scritto da: Rocca Cesare